7/4/2006
NUOVE NORME DELLA F.I.G.C. CONTRO IL RAZZISMO IN VIGORE DAL 1 LUGLIO

La Figc condivide la linea dura della FIFA contro il razzismo e dal 1° luglio, con l'avvìo della stagione sportiva 2006/2007, le nuove norme saranno applicate integralmente nei campionati italiani: l'obiettivo - ha confermato oggi il Consiglio Federale - è quello che regole uguali in tutto il mondo costituiscano un elemento determinante a sconfiggere un fenomeno odioso e totalmente contrario allo sport.
Nella riunione di oggi, il Consiglio ha anche approvato le disposizioni sull'ammissione ai campionati professionistici 2006-2007 e le disposizioni regolamentari in materia di tesseramento per la prossima stagione per le società di serie A, B, C1 e C2 e per lo svincolo.
Fra le altre decisioni c'è anche la proroga fino al 30 giugno degli incarichi dei rappresentanti della Commissione federale antidoping.
Nel corso della conferenza stampa, che ha fatto seguito al Consiglio federale, il presidente Carraro ha ribadito che il futuro del Commissario tecnico della Nazionale Marcello Lippi è legato, per sua stessa scelta, ai risultati dell'Italia ai Mondiali di Germania, spiegando che è lo stesso C.T. ad avere intenzione di proseguire la sua attività sulla panchina azzurra solo se ci saranno le condizioni positive per farlo. "A Lippi fa onore che non insegua il contratto-assicurazione - ha detto Carraro - ci siamo parlati anche la settimana scorsa e mi ha detto che, se il comportamento della Nazionale lo consentirà, sarà felice di andare avanti in azzurro. Se però i risultati non lo consentissero, le cose andrebbero diversamente. Lui comunque vorrebbe dirigere l'amichevole del 16 agosto, ma le valutazioni verranno fatte dopo il mondiale".
Infine il presidente della Figc ha espresso la sua soddisfazione per la decisione della Fifa che ha inserito il nome dell'arbitro De Santis tra i 23 direttori di gara al prossimo Mondiale in Germania e quello di Rosetti tra le sette riserve: "Italia e Spagna - ha dichiarato Carraro - sono gli unici due Paesi europei rappresentati da due arbitri e questa scelta la dice lunga sul prestigio della classe arbitrale italiana".
Nelle comunicazioni introduttive il presidente Carraro ha riassunto gli argomenti e le iniziative delle ultime settimane: tra l'altro, il successo della proposta italiana per il controllo elettronico del gol fantasma (la FIFA ha autorizzato la sperimentazione dal 2007 nelle sue competizioni ufficiali); i lavori del recente congresso della UEFA,con un riferimento anche alla presa di posizione dei club che fanno parte del "G 14"; l'attività delle squadre Nazionali e il lavoro preparatorio della candidatura italiana agli Europei 2012.
Queste, in dettaglio, le decisioni adottate:
Ammissione Campionati Professionistici
Il Consiglio Federale ha approvato le disposizioni sull'ammissione ai Campionati professionistici 2006/2007.
Il relativo Comunicato Ufficiale sarà pubblicato nei prossimi giorni.
E' stato anche deciso di stabilire fin d'ora che, a decorrere dalla stagione 2007/2008 le disposizioni in materia di ammissione ai Campionati professionistici regoleranno i criteri e le modalità di verifica degli adempimenti fiscali relativi al pagamento dell' IVA, dell' IRES e dell' IRAP.

Disposizioni Campagna Trasferimenti
Sono state approvate le disposizioni regolamentari in materia di tesseramento per la stagione 2006/2007 per le società di Serie A, B, C1 e C2 (vedi documento allegato) e per lo svincolo, le variazioni di tesseramento e i trasferimenti dei calciatori tra le società dilettantistiche e tra queste e le società del settore professionistico.

Modifiche Regolamentari
Sono stati adeguati alle normative vigenti due articoli del Codice di Giustizia Sportiva con:
- l'inserimento di un nuovo Comma (3 bis) all'articolo 7: "la società che non adempie agli obblighi di comunicazione e di deposito nei termini fissati dalla FIGC in materia di ammissione ai Campionati professionistici, è punita, per ogni inadempimento, con le sanzioni dell'ammenda o di 1 punto di penalizzazione in classifica, secondo quanto previsto dalle disposizioni federali".
- un'aggiunta all'articolo 8 (Comma 3): il mancato pagamento, nei termini fissati, anche delle ritenute IRPEF, dei contributi ENPALS e del Fondo di fine carriera per gli emolumenti dovuti ai tesserati, comporta a carico della società responsabile una penalizzazione in classifica in misura non inferiore ai 2 punti.

Nomine
Sono stati prorogati fino al 30 giugno prossimo gli incarichi dei componenti e dei rappresentanti della Commissione Federale Antidoping.

Ingrandisci
Indietro