F.I.G.C. - L.N.D. – S.G.S.

 

Comitato Regionale Piemonte Valle d'Aosta

COMITATO PROVINCIALE DI VERCELLI

Via Chicco, 26 – 13100 Vercelli Tel. 0161/250039 Fax 0161/254364     

E-mail

 

 

 COMUNICATO  UFFICIALE  Nº 1  del  03 LUGLIO 2003

 

 

1.   COMUNICATO UFFICIALE Nº 1 DEL COMITATO REGIONALE  PIEMONTE VALLE D'AOSTA LEGA NAZIONALE DILETTANTI  DELLA F.I.G.C. (Torino 01/07//2003).

 

            Si invitano le Società dipendenti a voler prendere visione del Comunicato Ufficiale in oggetto contenente i seguenti punti:

 

1.      COMUNICAZIONI DEL COMITATO REGIONALE

 

1.1.            Organico Campionato di Eccellenza 2003/2004;

1.2.            Organico Campionato di Promozione 2003/2004;

1.3.            Organico Campionato di Prima Categoria 2003/2004;

1.4.            Organico Campionato di Seconda Categoria 2003/2004;

1.5.            Organico Campionato di Terza Categoria 2003/2004;

1.6.            Campionato di “Terza Categoria - Under 21” 2003/2004;

1.7.            Campionato di “Terza Categoria – Under 18” 2003/2004;

1.8.            Campionato Regionale Juniores 2003/2004;

1.9.            Campionato Provinciale Juniores 2003/2004;

1.10.        Attività Amatori 2003/2004;

1.11.        Campionato Regionale Primavera Riserve 2003/2004;

1.12.        Campionato Provinciale Riserve 2003/2004;

1.13.        Campionato Regionale Serie C Calcio Femminile 2003/2004;

1.14.        Campionato Regionale Serie D Calcio Femminile 2003/2004;

1.15.        Campionato Regionale Serie C1 Calcio a Cinque 2003/2004;

1.16.        Campionato Regionale Serie C2 Calcio a Cinque 2003/2004;

1.17.        Campionato Regionale Serie D Calcio a Cinque 2003/2004;

1.18.        Coppa Italia Dilettanti – Stagione Sportiva 2003/2004;

1.19.        Coppa Italia Calcio a Cinque - Stagione Sportiva 2003/2004;

1.20.        Coppa Italia Calcio Femminile – Stagione Sportiva 2003/2004;

1.21.        Coppa Piemonte e Valle d’Aosta per Società di Prima Categoria;

1.22.        Coppa Piemonte e Valle d’Aosta per Società di Seconda e Terza Categoria;

1.23.        Coppa Piemonte e Valle d’Aosta di Calcio a Cinque;

1.24.        Termini di iscrizione Campionati – Stagione Sportiva 2003/2004;

1.25.        Tasse di iscrizione Campionati – Stagione Sportiva 2003/2004;

1.26.        Inizio Attività Ufficiale – Stagione Sportiva 2003/2004;

1.27.        Termini e modalità stabiliti dalla Lega Nazionale Dilettanti per l’invio delle liste di svincolo, per le variazioni di tesseramento e per i trasferimenti fra Società del settore dilettantistico e fra queste e Società del Settore Professionistico, da valere per la stagione sportiva 2003/2004 (dal Comunicato Ufficiale n.153/A della F.I.G.C.)

1.28.        Determinazione degli oneri finanziari per la stagione sportiva 2003/2004 (dal Comunicato Ufficiale n.160/A della F.I.G.C.);

1.29.        Invio a tutte le Società dipendenti degli stampati federali – stagione sportiva 2003/2004;

1.30.        Utilizzo Stampati Federali – stagione sportiva 2003/2004;

1.31.        Tessere di riconoscimento per Dirigenti di Società;

1.32.        Utilizzo campi in erba artificiale (dal Comunicato Ufficiale n.1 della L.N.D.);

1.33.        Concomitanze gare sullo stesso campo;

1.34.        Compilazione liste di svincolo.                     

 

   2.   COMUNICATO UFFICIALE Nº 1 DEL COMITATO REGIONALE  PIEMONTE VALLE D'AOSTA SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO  DELLA F.I.G.C. (Torino 03/07//2003).

 

Dal Comunicato Ufficiale in oggetto si trascrive quanto segue:

 

1.     COMUNICATO UFFICIALE N.1  -  STAGIONE SPORTIVA 2003/2004

 

            Si avvertono le Società  e tutti gli interessati che il Comunicato Ufficiale n. 1 del Settore Giovanile e Scolastico  contenente tutte le norme regolanti lo svolgimento delle attività relative alla prossima Stagione Sportiva 2003/2004 può essere scaricato dal sito internet della Federazione Italiana Giuoco Calcio – Settore Giovanile e Scolastico   (www.settoregiovanile.figc.it)

 

 

2.     TORNEI REGIONALI – CATEGORIA ALLIEVI E GIOVANISSIMI FASCIA B

 

Ad integrazione del  Comunicato Ufficiale  n. 46 del 26 giugno u.s. . - punto 7 -  si pubblicano in appresso i nominativi delle Società aventi diritto alla partecipazione ai suddetti Tornei per la stagione 2003-2004 in base ai criteri di ammissione stabiliti:

 

B)  TORNEI GIOVANISSIMI FASCIA B

a

Società professioniste

 

1

BIELLESE

2

IVREA

3

JUVENTUS

4

NOVARA

5

PRO VERCELLI

6

TORINO

 

b

Società professionistica retrocessa al termine della stagione 2002-2003

7

ALESSANDRIA

 

c

società aventi il  diritto acquisito nei Tornei di qualificazione  indetti e organizzati dai Comitati Provinciali e Locali  nella  stagione sportiva 2002 – 2003

 

 

8

NOVESE

 

9

P.G.S. DON BOSCO

 

10

DERTHONA  1908

 

11

AYMAVILLES G.P.

 

12

NONUS LAPIS

 

13

VALLE D'AOSTA

 

14

ASTI

 

 

15

VOLUNTAS NIZZA

 

16

SANDAMIANFERRERE

 

17

COSSATESE

 

18

VALLE CERVO

 

19

LIBERTAS BIELLA

 

20

ALBESE

 

21

AUXILIUM CUNEO

 

22

CUNEO

 

23

ALTO CANAVESE

 

24

STRAMBINESE

 

25

 ARDOR S. FRANCESCO

 

26

BORGO OL.IN.PAR

 

27

CAMERI

 

28

SPARTA

 

29

LUSERNA

 

30

PINEROLO

 

31

VILLASTELLONE CARIGNANO

 

32

BVS BASSA VAL SUSA

 

33

BORGARO  T.SE 1965

 

34

CANAVESE

 

35

CHIERI

36

CHISOLA

 

37

DON BOSCO NICHELINO

 

38

S.C. GABETTO MECTRANS

 

39

LASCARIS

 

40

ORBASSANO SECURITY CÀ

 

41

POZZOMAINA

 

42

RIVOLI

 

43

VANCHIGLIA

 

44

VALDOSSOLA

 

45

GRAVELLONA

 

46

VERBANIA

 

47

SCUOLE CRISTIANE

 

48

CASALE

 

 

 

3.      DAL COMUNICATO UFFICIALE  N. 36 DELLA  F.I.G.C. SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO  PUBBLICATO IN ROMA IL 30 GIUGNO 2003

 

Si allega al presente Comunicato Ufficiale  la circolare n. 15-2003  Ufficio Studi Tributari.

 

4.      RISULTATI GARE  SABATO 28 GIUGNO 2003

 

 

COPPA PIEMONTE  VALLE D’AOSTA

 

Allievi  Semifinali

 

RIVER MOSSO

-

GRAVELLONA

4-1

CRESCENTINESE

-

CASTELLETTESE

5-4  D.C.R.

 

Giovanissimi  Semifinali

 

PRO DRONERO

-

COSSATESE

1-2

GRAVELLONA

-

QUINCINETTO TAVAGNASCO

1-3

5.      RISULTATI  GARE  DOMENICA  29  GIUGNO  2003

 

 

Finale Allievi

 

 

RIVER MOSSO

-

CRESCENTINESE

3-5  D.C.R.

 

Finale Giovanissimi

 

 

COSSATESE

-

QUINCINETTO TAVAGNASCO

4-5 D.C.R.

 

 

 

 

 


Questo C.R.P.V.A.  esprime le sue felicitazioni alla Società  CRESCENTINESE vincitrice della Coppa Piemonte Valle D’Aosta Categoria Allievi ed alla Società QUINCINETTO TAVAGNASCO vincitrice  della Coppa Piemonte Valle D'Aosta Categoria Giovanissimi edizione 2002/2003.

 

Un grazie a tutte le squadre partecipanti per il loro impegno e per l’entusiasmo  dimostrato.

 

Un plauso va, inoltre, alle Società per la loro disponibilità dimostrata nel mettere a disposizione gli impianti sportivi ed ai dirigenti per lo svolgimento  e la ottima  riuscita della manifestazione.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Vercelli ed affisso all’albo del C.P. Vercelli in data 03 Luglio 2003

 

             Il Segretario                                    Il Presidente

          Claudio Baldin                                Piero Pulcina

 

 

     

 

 

 

 

13   maggio 2003

prot. n. 11.3068

 

 

 

 

UFFICIO  STUDI TRIBUTARI

CIRCOLARE N. 15 – 2003

 

 

Oggetto: Regolamento per l’attuazione dell’art. 145, comma 13, della Legge 23 dicembre 2000, n. 388, recante agevolazioni in favore di società sportive militanti nei campionati nazionali di Serie C1 e C2.

 

Con provvedimento del Ministro dell’Economia e delle Finanze n. 98 del 31 gennaio 2003, pubblicato nella G.U. N. 103 del 6 maggio 2003, è stato adottato il Regolamento per l’attuazione dell’art. 145, comma 13 della legge 23 dicembre  2000, n. 388.

Il predetto comma 13, come modificato dall’art. 52, comma 86 della legge 28 dicembre 2001, n. 448, ha riconosciuto, nei limiti della quota di lire 20 miliardi pari a € 10.329.137,98, un contributo straordinario a favore delle società di serie C1 e C2  che stipulano un contratto di lavoro con i giovani  calciatori di età compresa tra i 14 ed i 19 anni.

E’ riconosciuto per ogni giovane assunto uno sgravio contributivo in forma capitaria pari a lire 1 milione (€ 516,46) nonché un credito di imposta pari al 10% del reddito di lavoro dipendente corrisposto a  tali soggetti, con un limite massimo di lire 10 milioni (€ 5.164,57)  per ogni dipendente. E’, poi, riconosciuta per ogni preparatore atletico una riduzione del 3% sul totale dei contributi dovuti alle gestioni previdenziali di competenza.

E’ possibile la proroga del limite di età fino al compimento del 22° anno nel caso in cui la società sportiva abbia provveduto o provveda a stipulare con il giovane calciatore il primo contratto da professionista.

Lo sgravio contributivo di € 516,46 è riconosciuto in quote mensili fino ad un massimo di 12, a decorrere dal periodo di pagamento del 1 gennaio 2001, mediante conguaglio di ogni quota con i contributi mensilmente dovuti all’ENPALS sino a concorrenza dell’importo contributivo riferito a ciascun lavoratore interessato.

Le agevolazioni (sgravio contributivo e riduzione degli oneri previdenziali) si applicano per ogni periodo d’imposta, a condizione che siano rispettate le regole della legge n. 91 del 1981 per i contratti di lavoro relativi ai giovani calciatori e preparatori atletici assunti a decorrere dal 1 gennaio 2001.

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione ai sensi del d. lgs n. 241/91.

Per ottenere il riconoscimento dello sgravio contributivo, del credito d’imposta e delle riduzioni dei contributi previdenziali, le società  devono presentare la richiesta entro 30 giorni dalla stipula del contratto di lavoro mediante raccomandata con avviso di ricevimento al CONI.

In caso di assunzioni effettuate  in date diverse le società  possono presentare un’unica richiesta di benefici sempre che sia rispettato per ognuna delle  assunzioni il predetto termine di legge.

 

 

 

Per le assunzioni effettuate anteriormente alla data di entrata in vigore del regolamento (21 maggio 2003) le società possono presentare la relativa richiesta nei 30 giorni successivi alla predetta data del 21 maggio.

Si rappresenta, comunque, l’opportunità di inoltrare con la massima tempestività la richiesta in quanto le agevolazioni vengono concesse nel limite dello stanziamento previsto dalla legge n. 338/2000, pari, complessivamente, a € 10.329.137,98.

Inoltre le richieste stesse sono ordinate dal CONI cronologicamente in elenco secondo la data di spedizione e, a parità di data, ai fini dell’inserimento nell’elenco, viene attribuita priorità alle richieste con data di assunzione più remota.

La richiesta, sottoscritta dal legale rappresentante della società sportiva deve contenere:

a)                 i dati relativi alla società richiedente: codice fiscale, ragione sociale, sede legale e domicilio fiscale, se diverso  dalla sede sociale;

b)                 i dati relativi al rappresentate: codice fiscale, cognome e nome, data e comune di nascita, residenza e domicilio fiscale (se diverso della residenza);

c)                 i dati relativi ai giovani calciatori ed ai preparatori atletici: codice fiscale, cognome e nome, data e comune di nascita, residenza, data di stipula del contratto, tipologia del contratto stipulato, reddito di lavoro dipendente corrisposto o da corrispondere, per l’anno di imposta, sulla base del contratto di lavoro stipulato.

Entro 60 giorni dal ricevimento delle richieste il CONI comunica alle società l’importo utilizzabile per i benefici da ciascuna richiesti.

Se la richiesta è priva dei  requisiti di legge o se risultano esauriti i fondi disponibili, il CONI comunica, entro 60 giorni dal ricevimento della richiesta, il diniego dei benefici.

La società, una volta ricevuta la comunicazione di ammissione ai benefici con il relativo importo utilizzabile, può utilizzare il credito d’imposta ed i benefici contributivi, a far tempo dalla data della predetta comunicazione fino ai versamenti a saldo relativi ai periodi d’imposta di riferimento.

Il CONI comunica all’Agenzia delle entrato l’elenco dei soggetti ammessi ai benefici nonché l’avvenuto esaurimento del contributo straordinario, del pari, contestuale comunicazione dei soggetti beneficiari degli sgravi contributivi e della riduzione dei contributi previdenziali, viene fatta all’ENPALS con gli estremi dei dati identificativi e dei relativi importi.

L’ENPALS comunica al CONI gli estremi dei soggetti risultanti beneficiari degli sgravi, che hanno commesso violazioni alla normativa contributiva e, in tali casi, il CONI  revoca le agevolazioni previste.

Il CONI, ferma restando  la propria responsabilità in ordine alle procedure da adottare, può delegare l’espletamento delle stesse alla F.I.G.C.