link utili i comunicati della FIGC i risultati in tempo reale

COSSATESE SUL TETTO DEL PIEMONTE
Battuto il Pinerolo dopo nove calci di rigore

Sono serviti nove calci di rigore alla Cossatese per conquistare il Titolo regionale di Eccellenza contro un Pinerolo in grado di sopperire con una incredibile determinazione al maggior tasso tecnico dei biellesi. Nel primo tempo la Cossatese gioca meglio e chiude la frazione meritatamente in vantaggio grazie alla perfetta punizione di Pallitto che infila l'incolpevole Marcaccini. Nella ripresa Cristiano sostituisce l'affaticato Baron con Galizia e porta i suoi dall'iniziale 4-4-2 al 3-5-2 che mette in difficoltà gli avversari. Quasi scontato il pareggio di Raimondi, abile ad approfittare di una disattenzione della difesa di Fornara su un taglio da sinistra a destra. Nei tempi supplementari la Cossatese protesta per un contatto dubbio in area tra Salvai e Zocco, poi l'interminabile serie dei calci di rigore premia i biellesi che hanno ricevuto il trofeo dalle mani da Giovanni Inversi, presidente regionale della LND.

COSSATESE-PINEROLO 9-8 DCR (1-1 DTS)
COSSATESE (4-3-3): Buda, Ciarmatori, Andeloro, Ferina, Paladin, Padula (30' st Baù), Giannini, Lodini, Zocco, Pallitto, Parisi (42' st Spalla). A disposizione: Rovei, Osti, Greco. All. Fornara.
PINEROLO (4-4-2): Marcaccini, Ambrosino, Salvai, Amatulli, Baron (1' st Galizia), Vittone, Iaria (10' st Raimondi), Caputo (10' st Bergo), Rubino, Capobianco, Blandizzi. A disposizione: Squinzani, Maccario, Bittolo Bon, Salvarola. All. Cristiano.
ARBITRO: Vanoli di Novara (Aquili e Panetta di Chivasso).
MARCATORI: 16' Pallitto (C); st 15' Raimondi (P); calci di rigore realizzati: Ferina, Paladin, Pallitto, Lodini, Zocco, Ciarmatori, Buda e Andeloro (C), Galizia, Vittone, Bergo, Rubino, Raimondi, Salvai, Blandizzi (P); calci di rigore sbagliati: Giannini (C) palo, Capobianco (P) parato, Ambrosino (P) parato.
NOTE: espulso Fornara (all. C) al termine dei tempi supplementari; ammoniti Pallitto, Andeloro, Parisi, Paladin e Spalla (C), Iaria, Galizia, Salvai e Capobianco (P); angoli 4-1.
Davide Boggia