link utili i comunicati della FIGC i risultati in tempo reale

IVA 2001 - Termini di versamento e dichiarazione annuale 2002

Lunedì 18 marzo 2002 scade il termine per il versamento dellIVA dovuta a saldo per il 2001 in base alla dichiarazione annuale 2002. La scadenza prevista legislativamente il 16, è prorogata al 18 cadendo il giorno 16 di sabato.

Al versamento sono interessati i contribuenti mensili che devono eventualmente correggere liquidazioni mensili errate e i contribuenti trimestrali per opzione. Sono questi ultimi i cd. Contribuenti minori cioè quei soggetti con volume daffari annuo non superiore ad euro 309.874,14 pari a lire 600 milioni, se effettuano prestazioni di servizi, o non superiori ad euro 516.456,90 pari a lire un miliardo, se effettuano cessioni di beni che hanno optato per il versamento trimestrale dellIVA.

I contribuenti minori sono chiamati a versare lIVA relativa allultimo trimestre dellanno in base alla dichiarazione annuale, maggiorando però limporto da versare dell1%.

Giova ricordare che i soggetti che hanno optato per le disposizioni della legge n. 398 del 16 dicembre 1991 versano lIVA trimestralmente per legge e, quindi non devono maggiorare di alcun interesse limporto da versare. Inoltre, gli stessi soggetti non sono tenuti alla dichiarazione annuale IVA e versano limposta relativa allultimo trimestre entro il giorno 16 del secondo mese successivo alla chiusura del trimestre e, quindi, hanno dovuto effettuare il versamento entro il 16 febbraio, termine prorogato al 18.

La scadenza del 18 marzo è improrogabile, ferma restando la possibilità del pagamento rateale, per i contribuenti che non possono presentare la dichiarazione unificata UNICO 2002 ma che sono tenuti, invece, a presentare la dichiarazione IVA 2002 per il 2001 in forma autonoma.

Sono, tra laltro, tenuti alla dichiarazione IVA in forma autonoma le Società di capitali e gli enti soggetti allIRPEG e quindi le associazioni sportive con periodo dimposta non coincidente con lanno solare quali, ad esempio, quelli con lesercizio sociale 1° luglio - 30 giugno.

I soggetti che, invece, presentano la dichiarazione UNICO 2002 comprensiva anche della dichiarazione IVA possono in alternativa al versamento dellIVA eventualmente dovuta entro il 18 marzo, effettuare il versamento dellimposta entro il temine fissato per il pagamento delle imposte a saldo relative a UNICO 2002, maggiorando il versamento dellIVA dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese intercorrente tra la medesima data del 18 marzo e quella delleffettivo versamento.

Modalità di versamento

I versamenti IVA a saldo devono essere effettuati con il modello F24 in euro, usando il codice tributo 6099 e indicando lanno di riferimento 2001.

I versamenti a saldo dei soggetti IRPEG che presentano lIVA 2002 con UNICO 2002 e che hanno scelto di differire il pagamento dellimposta devono essere effettuati entro il 31 luglio 2002.

I versamenti come è stato chiarito con la Circolare dellAgenzia delle Entrate n. 106/E del 21 dicembre 2001, vanno arrotondati allunità di euro procedendo per difetto fino a 49 centesimi e per eccesso da 50 a 99 centesimi. Ad esempio, limporto da versare di euro 502,49 si arrotonda a 502 euro mentre limporto di euro 502,50 si arrotonda a 503 euro.

Termini di presentazione delle dichiarazioni

I contribuenti sono tenuti alla presentazione unificata con UNICO 2002, devono presentare la dichiarazione IVA tra il 1° febbraio ed il 31 luglio 2002 se la presentazione avviene a mezzo banca o posta. Se la dichiarazione è presentata in via telematica o a mezzo intermediari, il termine scade il 31 ottobre 2002.

I soggetti tenuti alla dichiarazione in forma unificata con UNICO 2002, devono produrre la dichiarazione stessa tra il 1 maggio ed 31 luglio se la presentazione avviene a mezzo banca o posta entro il 31 ottobre se la presentazione ha luogo in via telematica o a mezzo intermediari.

Opzioni

La comunicazione delle opzioni (regimi contabili, versamenti trimestrali ecc..) ha luogo con il quadro VO - comunicazione delle opzioni o revoche - contenuto nella dichiarazione IVA.

Con Circolare dellAgenzia delle Entrate n. 22/E del 28 Febbraio 2002 è stato precisato che, ai sensi dellart. 4 D.P.R. n. 404 del 5 ottobre 2001, i contribuenti esonerati dalla presentazione della dichiarazione annuale IVA comunicano lopzione o la revoca allegando il predetto quadro VO alla dichiarazione annuale dei redditi.